Alfredo Barbini

Info e lavori più importanti

Alfredo Barbini

1912-207 Fu da giovane maestro vetraio per la fornace Zecchin & Martinuzzi (gestita tra il 1932 e il 1934 da Francesco Zecchin e Napoleone Martinuzzi) in seguito divenne direttore artistico della vetreria Gino Cenedese, per la quale creò numerose statue in vetro e i cosiddettiAcquari, ossia «blocchi di vetro incolore che inglobavano coloratissimi elementi della flora e della fauna marina, precedentemente formati». Con la Cenedese partecipò alla Biennale di Venezia del 1948 La recessione della Cenedese lo portò nel 1950 alla fondazione di una sua vetreria, nella cui conduzione fu coadiuvato dai figli Oceania e Flavio. La vetreria si specializzò nella lavorazione del vetro massiccio, del vetro sommerso e a partire dagli anni settanta della murrina e del soffiato sottile. Partecipò inoltre alle Biennali di Venezia del 1950, 1954, 1960, 1962 e 1968. Morì a Murano nel 2007, a 94 anni.